Colpi di fulmine: trailer e trama film di Neri Parenti con De Sica

Commedia italiana, risate assicurate. O no?

A riprova del fatto che la classica commedia italiana di bassa qualità sta sprofondando sempre più nel baratro, tra interpretazioni stanche, ospiti prestati al cinema, battute che non centrano l’obiettivo e i soliti canovacci da quinta elementare ( o da barzelletta usurata), vi presentiamo oggi Colpi di fulmine.

Trattasi della nuova commedia natalizia diretta da Neri Parenti e interpretata da Christian De Sica, in attesa del cinepanettone televisivo di Massimo Boldi. 

A ulteriore conferma della tesi di cui sopra, troviamo ancora una volta la divisione della pellicola in più episodi: impossibile chiedere agli sceneggiatori di sviluppare ulteriormente le già esili trame imbastite da questo genere.

Ecco allora proliferare i film a episodi, per ovviare alla pigrizia di chi dovrebbe almeno provare a dare credibilità a film di puro intrattenimento.

Questa la sinossi della pellicola, che si fregia (si fa per dire) di un cast composto dal già citato De Sica, Arisa, Luisa Ranieri, Simone Barbato, Lillo & Greg e Anna Foglietta.

Nel primo episodio lo psichiatra Alberto finisce per errore nel mirino del fisco. Temendo di andare in prigione prima di riuscire a chiarire la propria posizione, si traveste da prete e si rifugia in un paesino del Trentino, dove si finge il nuovo parroco della piccola comunità. 

Alberto, a digiuno di pratiche religiose, grazie alla sua esperienza professionale entra perfettamente in sintonia con i parrocchiani e i compaesani, aiutato anche dal sagrestano e chierichetto

Oscar e dalla fidata perpetua Tina.

Oscar è muto, Tina ha un forte accento lucano e così la comunicazione tra i tre non è affatto facile, e incomprensioni, doppi sensi, semplici conversazioni si tramutano in situazioni esilaranti. Tutto si complica ancora di più quando il finto prete si innamora a prima vista di una bellissima donna.

Il secondo episodio è una sorta di My Fair Lady al contrario, ambientato a Roma.

L’ambasciatore italiano presso la Santa Sede, diplomatico forbito e colto, perde la testa per una pescivendola che parla solo in romanesco e ha modi grossolani da popolana verace. La donna detesta i formalismi e così l’ambasciatore, per poterla avvicinare e conquistare, si fa aiutare dal proprio autista per cercare di trasformarsi in un vero coatto. 

LINK UTILI

Grandi speranze: trailer, trama e cast del film tratto dal romanzo di Charles Dickens

Scusa mi piace tuo padre: trailer, trama e cast della commedia con Hugh Laurie

Ruby Sparks: trailer e trama del film dagli autori di Little Miss Sunshine

Si può fare l’amore vestiti?: trailer cast e trama del film con Bianca Guaccero

Troppo amici: trailer e trama del film di Toledano e Nakache, gli autori di Quasi amici

The Grey: trailer, trama e recensione del film con Liam Neeson

Moonrise Kingdon: trailer trama e cast del film di Wes Anderson

Una famiglia perfetta: trailer, trama e cast del film di Paolo Genovese 

Di nuovo in gioco: trama e trailer del film con Clint Eastwood al cinema nel fine settimana 

E se vivessimo tutti insieme?: trailer trama e recensione del film sulla convivenza senile 

Le 5 leggende: trailer, trama e recensione del film con Jack Frost in uscita il 29 novembre  

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • NetflixNetflix blocca la condivisione di password e account

    L’aveva anticipato e sta avvenendo: Netflix sta attuando il blocco di condivisione di password e account, scatenando una serie di reazioni negative

  • MandrakeChi è Mandrake? Tutto sull’influencer brindisino

    Mandrake, nome d’arte di Giuseppe Ninno, è brindisino doc che ha conquistato il grande pubblico dei social grazie alla verità raccontata in chiave comica

  • Simone DominiciChi è Simone Dominici? Tutto sull’amministratore delegato di KIKO

    Il nuovo amministratore delegato di KIKO MILANO è Simone Dominici: uomo dalla carriera professionale ricca e importante, Dominici dimostra il suo talento

  • Ebrei giornata della memoriaEbrei e Olocausto: come venivano vestiti i prigionieri

    La terribile parentesi storica dell’Olocausto ha segnato il mondo intero. Tra simboli, divise e tatuaggi sulla pelle, i prigionieri erano “catalogati”.

Contentsads.com